Bowers&Wilkins P7 Wireless

Come vanno le nuove cuffie del brand inglese? Mini recensione.

Aprendo la scatola troviamo oltre le cuffie il manuale, un cavo da 2,5 mm a 3,5 millimetri senza telecomando, la custodia per il trasporto. Il bluetooth 4.1 ha  anche il codec APTX per una migliore qualità sonora anche senza cavo ma per poterne usufruire è necessario che anche il dispositivo abbinato abbia lo stesso codec APTX. Per effettuare il paring, a cuffia accesa bisogna tenere premuto il pulsante a slitta per 2 secondi. Il lampeggio in blu della spia luminosa un suono indicheranno che la P7 è in modalità abbinamento. A questo punto si può associare la cuffia al dispositivo. L’accoppiamento è immediato e avviene senza nessun problema. L’autonomia dichiarata della batteria è di 17 ore e a volume medio diciamo che il valore dichiarato corrisponde abbastanza fedelmente e il tempo di ricarica è abbastanza breve.

Sono abbasta leggere (322 gr.) non fastidiose grazie alla cura nei particolari e all’utilizzo di materiali estremamente comodi, la pelle utilizzata è veramente comoda e il design è fantastico. Non sono provviste di un sistema di Noise Reduction attivo ma sinceramente non se ne sente neanche la necessità in quanto il padiglione avvolge perfettamente l’orecchio isolandolo dall’esterno, io le uso in treno e a volume medio faccio veramente fatica a sentire rumori esterni. 

Veniamo alla qualità del suono, la dinamica di queste cuffie è veramente ottima, i medio bassi sono veramente al top e le voci sono ottime, la pulizia generale del suono è notevole, certo sempre tutto paragonato a cuffie della stessa classe e soprattutto prezzo. Ecco appunto il prezzo, quello di lancio è di 399 euro ma su Amazon si possono trovare a qualcosina di meno.

This entry was posted in Tecnologia.

Post a Comment

Your email is never published nor shared. Required fields are marked *

*
*